TYDAC & Open (Geo)Data

Analisi di TYDAC sulla situazione Open Data in Svizzera

TYDAC e Open (Geo)Data

opendata.ch dice:  dati pubblici, liberamente disponibili e fruibili da ognuno, forniscono maggiore trasparenza, innovazione ed efficienza - questo è Open Data..

Il 19 settembre 2002 (!) TYDAC ha organizzato un evento chiamato"Open Source e Open Data". Questo, in effetti, molto prima che chiunque altro iniziasse a parlarne o a mettere in atto qualcosa  (opendata.ch ha iniziato otto anni dopo, nel 2010). Daniel Morissette, canadese, conosciuta come la madre di UMN MapServer (oltre alla paternità di Steve Lime), è stato la nostra oratrice principale  con due presentazioni: Open GIS Source e UMN MapServer. Un altro oratore era Rolf Buser (Kogis, presentazione qui). Come rappresentante del governo svizzero, Buser ha dichiarato: "L'accesso a geodati facile e alla portata di tutti è lo scopo centrale della strategia attuale". Da allora  è accaduto l'esatto contrario: Swisstopo ha aumentato in modo drammatico i prezzi per l'utilizzo di geodati su Internet (I costi sono semplicemente fantastici! Si paga a Pixel!!).

La nostra opinione è che i dati appartengono a chi li ha pagati. Nel senso: tutti i dati del governo sono di proprietà dei contribuenti. E 'una follia che il governo impedisce l'accesso ai dati importanti o semplicemente non dando alcun accesso o con prezzi di fantasia. Il valore dei dati è solo ed esclusivamente nel suo utilizzo ampio - dati non utilizzati sono inutili ed ostacolare l'utilizzo è stupido. Ma: il nostro studio mostra che qualcosa sta cambiando. Molti cantoni sono all’avanguardia quando si tratta di Open Data. Otto cantoni forniscono dati 100% liberi! Complimenti! Il nostro "Best of" va a Ginevra, Grigioni e Soletta. Al fondo c’è swisstopo e Lucerna, con la loro goffaggine ed esosità.

Un esempio di questa “follia”: tutti i Cantoni acquisiscono dati sulle aree di sosta per gli animali selvatici. Entrare in queste aree (es. escursionisti o sciatori) è vietato e viene perseguito dalla legge. Perché qualcuno dovrebbe digitalizzare tali aree, se non per essere in grado di informare il pubblico? Quando abbiamo chiesto l'Ufficio federale dell'ambiente di poter pubblicare i dati su mapplus.ch (ampiamente utilizzati dagli escursionisti e fondisti), la risposta è stata: No! A causa delle restrizioni da parte di alcuni cantoni. Incredibile! Alcune persone sembrano acquisire i dati per il solo scopo di sedercisi sopra.

Open(geo)data a livello cantonale e federale

Con OpenStreetMap (OSM) i cittadini hanno dimostrato come dovrebbe veramente funzionare. OSM è gratuito e ampiamente utilizzato da molte aziende e individui (e non essere stupito: da Cantoni vittime della rigida policy sui dati). Come è la situazione con le unità governative svizzere? Non abbiamo trovato nessun studio o valutazione, di conseguenza abbiamo fatto da noi stessi. Ecco i risultati e il nostro rating (solo in tedesco, sorry).